Caricamento in corso…
true

Ulteriori informazioni

Ordina per:
1 - 1 di 1 articoli
HPE Synergy Image Streamer

HPE Synergy Image Streamer

HPE Synergy Image Streamer

804937-B21

Novità

  • Aggiunta di interfaccia utente Certificate Manager per appliance primarie e secondarie.
  • Supporto VMware ESXi 6.7U1.
  • Supporto per Microsoft Windows Server 2019 e Microsoft Hyper-V Server 2019.

Caratteristiche principali

Una sola infrastruttura per qualsiasi applicazione

HPE Synergy Image Streamer consente di eseguire rapidamente il provisioning di un ambiente operativo su un gran numero di blocchi di infrastruttura. Può implementare e aggiornare più sistemi in tempi brevissimi, a volte nel tempo necessario a riavviare i server, per espandere o modificare l'ambiente in Linux, VMware ESX o Microsoft Windows.

La funzionalità di gestione di HPE Synergy è implementata mediante appliance fisiche ridondanti per gli ambienti di produzione, per garantire un'elevata disponibilità durante le operazioni. Queste appliance di gestione sono automaticamente impostate come storage attivo-attivo per controllare e proteggere l'archivio delle immagini.

Il contenuto dell'immagine può contenere un sistema operativo o anche uno stack completo dell'applicazione. Le immagini possono essere applicate rapidamente a più nodi di elaborazione per ottimizzare la fornitura dei servizi IT.

Distribuisci alla velocità e alla scalabilità del cloud

HPE Synergy Image Streamer consente un vero funzionamento "stateless" integrando i profili server con le golden image (driver OE e I/O) e le combinazioni preconfigurate (sistema operativo e applicazione) per l'implementazione rapida su hardware disponibili. Il funzionamento "stateless" consente inoltre di pianificare gli ambienti in anticipo, per l'implementazione rapida su hardware in un momento successivo.

Le distribuzioni vengono eseguite dalla libreria delle immagini (utilizzando ambienti operativi e personalità collaudate) per ottenere la massima qualità e uniformità ad altissime velocità. Le architetture di riferimento per software quali Docker, Oracle e VMware sono disponibili per sostenere un avvio rapido e realizzare la scalabilità in base alle esigenze.

Gli aggiornamenti possono acquisire la golden image e ridistribuire l'immagine di avvio aggiornata per l'utilizzo da parte di più nodi di elaborazione. I modelli di profilo server offrono la potenza dell''infrastruttura come codice' consentendo di controllare con facilità più profili server.

Automatizza le operazioni quotidiane

La commutazione dei carichi di lavoro può incrementare l'utilizzo dei sistemi, consentendo di passare da un carico di lavoro all'altro sullo stesso sistema Synergy, nel tempo necessario a riavviare i server. (Un rapido esempio: sistemi che eseguono carichi di lavoro VDI durante il giorno sono in grado di eseguire carichi di lavoro a elevata intensità di elaborazione in orario notturno, e tornare nuovamente alle operazioni VDI il giorno successivo.)

HPE Synergy Image Streamer imposta automaticamente le configurazioni e le integrazioni con HPE Synergy Composer per l'utilizzo dei profili server. L'accesso a HPE Synergy Image Streamer viene implementato tramite il profilo del server HPE Synergy Composer o tramite l'API unificata.

I moduli di elaborazione bare metal di HPE Synergy possono essere avviati direttamente in un sistema operativo in esecuzione per ridurre gli sforzi operativi. Se Golden Image contiene uno stack dell'applicazione, i nodi di elaborazione bare metal verranno avviati direttamente nello stack dell'applicazione. Questo può accelerare i tempi di servizio.

Sviluppa le applicazioni in modo più rapido e intelligente

L'API unificata consente a utenti e sviluppatori di controllare la programmazione di HPE Image Streamer per effettuare procedure di integrazione, automazione e personalizzazione. È possibile eseguire lo script di queste operazioni tramite le moderne interfacce RESTful, con l'utilizzo di strumenti quali Python, Powershell, Ruby o Java, e ottimizzare il controllo grazie all'API unificata.

L'ambiente di avvio di HPE Synergy Image Streamer utilizza i processi di distribuzione che non coinvolgono i nodi di elaborazione. La sicurezza è incrementata evitando l'utilizzo dell'utilità PXE Boot. Queste protezioni garantiscono una produttività costante.

Sono disponibili integrazioni di strumenti di automazione per HPE Synergy Image Streamer di partner quali Ansible, Chef, Puppet e VMware. Questi strumenti consentono una varietà di operazioni di automazione per eseguire i carichi di lavoro in modo più rapido e intelligente.

Gli strumenti per la personalizzazione delle immagini e dell'ambiente vengono forniti insieme alle implementazioni di riferimento. Ciò vi consente di utilizzare le versioni e le immagini specifiche del sistema operativo. Per alcune operazioni come l'acquisizione di golden image, è possibile anche utilizzare strumenti propri e modificare le immagini esistenti.

* Il prezzo può variare in base al rivenditore locale.

Come possiamo aiutarti?

Ottieni consigli, risposte e soluzioni quando ti servono. Per domande generiche, scrivici all’indirizzo hpestore.quote-request@hpe.com

È possibile aggiungere un massimo di 4 articoli per il confronto.