x

Sono interessato al leasing tramite HPEFS

  • Fai clic su 'Ottieni un preventivo' per ricevere una quotazione che includa il finanziamento offerto da HPEFS
  • OPPURE chiama HPEFS al numero +39-2-45279010

Pagamento mensile stimato basato su un leasing di mercato equo di 36 mes

Finanziamento disponibile tramite Hewlett-Packard International Bank plc (HPIB), Liffey Park Technology Campus, Barnhall, Leixlip, Co. Kildare, Irlanda. Co. No. 289479 o altre affiliate di Hewlett-Packard Financial Services ("HPFS") ai clienti idonei ed è soggetto ad approvazione del credito e alla presentazione della documentazione standard HPIB/HPFS. I tassi e le condizioni variano in base all'affidabiltà creditizia del cliente, ai tipi di offerta, ai servizi e/o ai tipi di apparecchiature e alle opzioni. Non tutti i clienti possono usufruire dell'offerta. Sono esclusi i consumatori. Alcuni servizi o offerte potrebbero non essere disponibili in alcuni Paesi. Potrebbero applicarsi altre limitazioni. HPIB si riserva il diritto a modificare o annullare questo programma in qualsiasi momento e senza preavviso

Caricamento in corso…
true

Ulteriori informazioni

Ordina per:
1 - 10 di 41 articoli

HDD HPE Data Management Framework ZWS4106 18 TB SAS 12G business-critical 7.2K LFF LP 512e

R8V02A

Enclosure HDD HPE Data Management Framework ZWS4106 SAS 12G 4U disco vuoto LFF

R8V01A

Licenza elettronica E-LTU 3 anni di abbonamento HPE Extents File System sistema base 1 server

R1D39AAE

Lic. elettr. per 1 anno di sottoscrizione a HPE Data Management Framework 10 PB 1 EB+

R1D44AAE

Pagina 1 di 5

Novità

  • Un database scalabile. Il database è distribuito tra i nodi per una maggiore disponibilità del sistema, è scalabile a miliardi di file e offre elevate prestazioni per le query.
  • Riflesso dello spazio dei nomi. Mantiene un riflesso dei file system gestiti e lo utilizza per le operazioni di gestione dei dati anziché pregiudicare le prestazioni dei server di metadati dei file system.
  • Supporto dei metadati espandibili. Gli amministratori possono utilizzare i metadati per personalizzare le query, utilizzare i metadati espandibili per la gestione delle policy e creare set di dati personalizzati da file associati.
  • Selezione dei dati. Gli utenti possono organizzare i propri file in un database di back-end indipendente per la gestione a lungo termine. In seguito, gli utenti possono individuare e richiamare i propri file su un file system completamente diverso.
  • Motore di query. Gli amministratori, gli utenti e il motore di gestione delle policy integrato utilizzano tutti un tool di query comune per individuare i file e filtrare i risultati.
  • Integrazione nativa del file system. L'integrazione nativa utilizza il set di tool standard per Lustre e Spectrum Scale allo scopo di incrementare l'utilizzo e l'automazione delle operazioni di gestione dei dati.

Caratteristiche principali

Le applicazioni HPC/IA contengono numerosi dati ed è indispensabile proteggerli

HPE Data Management Framework 7 crea versioni inalterabili dei file e snapshot del riflesso dello spazio dei nomi. Entrambe le operazioni sono gestite in base alla policy dell'amministratore. È possibile personalizzare il ripristino per un RTO minimo dal disco, il costo più basso da nastro e/o da sedi periferiche tramite S3/cloud.

La perdita del file system a causa di un malfunzionamento ha un impatto catastrofico sulla disponibilità del cluster HPC a elevate prestazioni. Anche quando il file system dispone dei tool necessari alla risoluzione del problema, la complessità e il tempo richiesto per la riparazione di un file system danneggiato può causare indisponibilità dell'elaborazione ben oltre gli SLA accettabili.

Finora, la protezione dei file system e dei dati ha rappresentato un investimento costoso con diversi svantaggi, tra i quali la mancanza di finestre di backup e utility di backup non ottimizzate per i file system paralleli a livello di PB e l'impatto negativo sulle prestazioni della scansione dei metadati del file system.

La diffusione dell'exascale computing rappresenta un problema per i limiti di scalabilità dello storage HPC legacy

HPE Data Management Framework 7 gestisce lo spazio disponibile nello storage spostando automaticamente i file non aggiornati al di fuori dello storage a elevate prestazioni, creando uno spazio di storage sottostante di dimensioni maggiori rispetto allo spazio interno. Gli amministratori possono gestire facilmente le impostazioni delle policy, riducendo la necessità di azioni dirompenti.

Probabilmente, il problema è particolarmente sentito dagli amministratori dello storage che hanno difficoltà a mantenere uno spazio libero sufficiente nel costoso storage a elevate prestazioni, mentre gli utenti inondano autonomamente il file system con nuovi file. L'aumento del budget dedicato allo storage e/o all'eliminazione dei file degli utenti non sono soluzioni praticabili.

Il volume e l'eterogeneità dei dati richiesti dalle applicazioni HPC/IA hanno incentivato la crescita dello “storage snellito al massimo” che sfrutta i budget HPC. Allo stesso tempo, le tradizionali architetture di file system paralleli sono schiacciate dal peso della crescita incessante del numero di file e inode.

In ultima analisi, gli amministratori devono collaborare con gli utenti per eliminare i file inutilizzati dal file system e non pregiudicare le prestazioni dei metadati. Quando i file obsoleti vengono contrassegnati per la rimozione, non è necessario spostare i dati dal momento che HPE DMF7 conserva già file e metadati nello storage back-end meno costoso.

Gli ambienti di storage HPC/IA sono eterogenei ed è necessario garantire la portabilità dei dati

HPE Data Management Framework 7 esegue automaticamente la migrazione dei file secondo la gerarchia del sistema di storage e senza interagire con l'amministratore, richiamando i file on demand nello storage a elevate prestazioni. Vengono utilizzate utility di spostamento dati parallele e rete ad alta velocità per trasferire i file più rapidamente rispetto alle utility desktop standard.

La gestione dello spostamento dei dati HPC/IA è un'attività complessa e problematica. I tool non sono facili da utilizzare, non sono adeguatamente scalabili, la larghezza di banda della PIPE di rete è limitata e gli utenti potrebbero non avere le competenze necessarie. Quando i dati non possono essere spostati facilmente e la motivazione al trasferimento è debole, la scelta predefinita è lasciarli dove sono.

I sistemi di storage sono ottimizzati per prestazioni, capacità e costi; inoltre, i dati sono sempre in transito tra questi tier. Per i flussi di lavoro delle applicazioni, è necessario che i dati seguano l'utente e l'applicazione; inoltre, gli amministratori sono costantemente sotto pressione in termini di gestione dei costi dello storage e di adeguamento dei dati alla gerarchia.

La migrazione tecnologica è un elemento trainante comune dello spostamento dei dati, e HPE DMF7 è predisposto per il futuro e pronto a scongiurare questo rischio. Automatizza la migrazione degli oggetti back-end dalle tecnologie HDD/su nastro inefficienti e di vecchia generazione a quelle di nuova generazione con densità, affidabilità e prestazioni massime.

Quando il file system deve essere ritirato, gli amministratori spostano il file system e i file nei dispositivi di back-end HPE DMF7. Una volta protetto, il file system può essere organizzato in uno spazio dei nomi completamente nuovo e i file disposti nel nuovo spazio dei nomi, oppure continuare ad essere gestito da HPE DMF7.

La riduzione dei costi dello storage HPC comporta un budget più consistente per l'elaborazione

HPE Data Management Framework 7 è la piattaforma di gestione dello storage HPC in grado di automatizzare i flussi di lavoro dei dati e ridurre i costi dello storage HPC, in modo che i clienti HPC possano dedicare i propri preziosi budget di progetto per la risorsa infrastrutturale che conta di più.

Lo storage snellito al massimo non favorisce il raggiungimento dell'obiettivo. Lo storage snellito al massimo spinge i clienti HPC a replicare i file su storage proprietario dai costi elevati, a scalare in orizzontale il livello di storage più costoso in linea con la crescita dei dati e lascia passare il messaggio che è più facile lasciare i dati in loco su uno storage costoso anziché spostarli.

Il principale obiettivo di HPE DMF7 è la riduzione dei costi di storage. Anziché acquistare storage più costoso, HPE DMF7 semplifica la protezione, la scalabilità e il trasferimento dei dati per i clienti HPC, utilizzando storage a costi contenuti e migliorando l'utilizzo e le prestazioni delle risorse di storage HPC mission-critical.

La crescita incessante dei dati HPC e l'orchestrazione di grandi set di dati per IA/machine learning favoriscono una crescita senza precedenti delle esigenze di capacità dello storage. Inoltre, l'adozione dello storage flash a un costo effettivo più elevato implica che il contenimento dei costi rappresenta ancora l'obiettivo principale per gli acquirenti dello storage HPC.

*I prezzi possono variare in base al rivenditore locale.

Come possiamo aiutarti?

Ottieni consigli, risposte e soluzioni quando ti servono. Per domande generiche, scrivici all’indirizzo hpestore.quote-request@hpe.com

Non riuscite a trovare quello che cercate?

Vi serve aiuto per individuare il prodotto ideale per la vostra azienda?

Gli esperti dei nostri prodotti vorrebbero avviare una chat con voi per individuare i prodotti e i servizi che vi consentiranno di risolvere i problemi aziendali.

Seleziona il paese per ottenere il preventivo

Seleziona un paese.

È possibile aggiungere un massimo di 4 articoli per il confronto.